Shock in Russia: la mamma Ha portato via il bambino dopo HW in istituzione statale

febbraio 3, 2014 by smart Leave a reply »

Assolutamente selvaggio, non è suscettibile di alcuna logica esperienza avuta a Mosca alla vigilia del Nuovo anno, è diventato occasione di informazione conferenza stampa ingiusto privare i bambini scrive Mosca, vero.

31 dicembre 2013, una madre che allatta Maria Шакирзанова entrata con la sua giovane figlia Eva in ufficio passaporti Таганского di quartiere per imparare a pianificare il suo lavoro nei giorni festivi. Rendendosi conto che la ragazza affamata, Maria ha chiesto il permesso di allattare il bambino nella stanza dei bambini. Nota: le autorità cittadine stanno cercando di creare un ambiente confortevole soggiorno di cittadini appartenenti al governo della metropoli. Ecco una giovane mamma e ho deciso di approfittarne...

È difficile immaginare il suo stupore, quando letteralmente dopo pochi minuti nella stanza ha fatto irruzione la polizia, che ha causato il personale passaporto, perché decidere che una donna con un bambino vagabondo o un mendicante.

E Maria, i documenti sono con voi non c'era! Dal punto di vista laico — nulla sembra criminale: spesso la madre, andare a fare una passeggiata con il bambino, prendere con sé il passaporto e il certificato di nascita del bambino?! Ma per la custodia cautelare è diventato un motivo sufficiente per ritardare Maria e accompagnarla con una ragazza in ATS Tagan — per una «conversazione» con il personale di ispezione per i minorenni.

Secondo la nonna di Eva, Natalia Yurievna Matveeva, quando ha ricevuto una telefonata dal dipartimento di polizia, prima si e ' smarrita.

— Mi hanno detto che non è una cittadina, уверяющая, che è mia figlia — dice la donna. — E poi ho sentito... un urlo disumano, letteralmente il grido di un animale ferito: «Mamma, mi togliete un bambino!» Poi Maria tubo tolto, e ho cercato di spiegare, che ora vengo, porto tutti i documenti che si tratta di qualche errore...

Aspettare la polizia, non di acciaio. Ha rappresentato l'atto identificare беспризорного e безнадзорного bambino e inviato agli organi di tutela. Anche lì hanno lavorato in fretta: e sulla base di questo documento piccola Eva, situato allattato al seno, ha dimostrato di essere in casa di un bambino n ° 6...

Si noti: Maria non ha dato assolutamente nessun documento né richieste, né protocolli, né soluzioni. Lei stesso non ha mai firmato. Tuttavia годовалую Eva formalizzato come беспризорницу. Nella casa dei bambini di vedere il bambino né la nonna, né mia madre non è permesso.
Vacanze... istituzioni pubbliche di riposo. E per la città divisa madre l'allattamento al seno un bambino, in cerca di qualche aiuto...

— Il problema — nella legislazione, — commenta il coordinatore del centro per la protezione e l'assistenza in famiglia di movimento «In difesa dell'infanzia» Sergei Пчелинцев. — Casi simili si verificano recentemente nel nostro paese con una regolarità invidiabile. Sotto attacco sono i cosiddetti crisi della famiglia, madre single, famiglie numerose. Sono assolutamente indifesi!

Situazione, i problemi possono essere, perché diversi. E in ogni caso ha bisogno di capire — con molta attenzione. Ma invece di aiutare la famiglia a uscire dalla crisi, alle autorità di tutela più facile perché togliere il bambino. Il compito del nostro movimento — aiutare la famiglia, per caso non si trattava di problemi. Quando Maria si è rivolta a noi per un aiuto, siamo rimasti scioccati...

Per risolvere il problema subito agganciato Vladislav Рогимова, assistente di un deputato della Duma di stato della federazione RUSSA I. Понамарева.

— Quando i rappresentanti del movimento «In difesa dell'infanzia» mi hanno raccontato questa storia, devo ammettere che prima di lei non ci credevo! — dice lui. — Per essa — nel centro di Mosca! Insieme con Maria siamo andati a Petrovka, ha scritto una dichiarazione di rapimento di un bambino, agganciato un avvocato. Abbiamo fatto e la richiesta di un deputato di questa terribile situazione. In attesa di una risposta... Ma la cosa più importante è che il bambino, come si dice, «in libertà»!

Eva è davvero in grado di restituire Maria. Ma solo dopo 20 giorni (!) soggiorno bambina nella casa del bambino. Dopo lunghe trattative, l'intervento dei MEDIA, avvocati e rappresentanti di...

Secondo l'avvocato Violeta Volkova, in questa storia c'è un abuso di potere.

— Il bambino può essere riconosciuto come «vagabondo» solo nel caso in cui il suo trovato uno per strada — dice lei. — Perché i genitori il diritto di affidare i loro bambini, ad esempio, alla vicina di casa, amica... E si scopre che in questo caso il bambino può essere ritirato!

Il delirio, d'accordo... per Non parlare del fatto che c'e ' un altro problema. Gli esperti raccontano casi, quando dopo simili controverso «отбираний» bambini i genitori hanno dovuto fare l'esame del DNA per dimostrare il rapporto di parentela. Un bambino di un anno non può mostrare il dito e dire: «questa È la mia mamma!» E sul certificato di nascita, come è noto, le foto né bambino, né il suo papà e mamma non sono previste...

Articolo pubblicato in riduzione, la versione completa al link di cui sopra.

Advertisement

Lascia un commento